TUTTO CIÓ CHE VI DEVO by Carrie The Westie

Da sempre ci sono stati scrittori che sceglievano di non avere amici o di avere pochissimi confidenti. Ce ne sono stati altri che hanno dato all’amicizia una rilevanza unica come appunto Virginia Woolf. 
Amava le sue amiche, con le quali aveva una fitta corrispondenza e delle quali pensava che ‘solo le donne stimolassero la sua immaginazione’.
Vi riportiamo una parte di una missiva che ci ha molto colpito.
Mi sono svegliata nel cuore della notte dicendo: “Ma se sono la più passionale delle donne. Toglietemi gli affetti e sarò un’alga fuori dal mare. Sarei spazzata via,finirei in una pozzanghera e annegherei. Toglietemi l’amore per gli amici e il sentimento bruciante e continuo dell’importanza, dell’insondabilità e del fascino della vita umana e non sarei altro che una fibra, senza colore e senza vita”.
Tutto ciò che vi devo – lettere alle amiche – è dedicato a voi.
Noi donne possiamo essere delle compagne ineguagliabili, delle confidenti preziose e delle amiche inseparabili.
Dai social alla vita reale, è successo anche a voi amici lettori ?

SWITCH DOG: I PRIMI PASSI DI FIDO CON GLI ACCESSORI DI LUSSO

L’ARRIVO DI UN CUCCIOLO E I PRIMI PASSI CON SWITCH DOG.

L’arrivo di un cucciolo a casa cambia per sempre la vita di una persona.

Oltre all’attenzione rivolta verso le prime vaccinazioni e all’alimentazione più adatta al tipo di razza o non , è necessario scegliere gli accessori giusti che  faranno familiarizzare il cucciolo con noi e con l’ambiente esterno.

Per uscire è ovviamente necessario il guinzaglio che, essendo un oggetto estraneo al cane, va fatto accettare gradualmente e in modo positivo.

Il cucciolo non va assolutamente strattonato, ma va “accompagnato” nell’esplorazione dell’ambiente in cui si trova, facendogli annusare gli odori che lo circondano.

Dato che il guinzaglio è un elemento di unione tra cane e persona, bisogna far sentire il cucciolo a proprio agio.

Inizialmente sono consigliati percorsi brevi mantenendo il guinzaglio sempre lento e mai tirato.

Se il cucciolo tira bisogna smettere di camminare (TECNICA STOP AND GO) senza ovviamente perdere mai la pazienza!

Importante, inoltre, abbinare al guinzaglio un’adeguata pettorina o collarino.

Ecco che SWITCH DOG entra in scena con un’ampia collezione di collari, pettorine, guinzagli e non solo!

Il set guinzaglio – pettorina di SWITCH DOG può essere completato con il porta sacchetti interamente fatto a mano.

Il Brand 100% Made in Italy offre ai clienti accessori ad hoc per tutte le razze : Chihuahua, Bulldog, barboncini e tante altre.

Ciò che rende speciale questo Brand è l’attenzione che viene messa nella creazione di tutta la gamma di accessori, poiché la Fondatrice Laura Sozzani mette in primo piano la salute e il benessere del cane. 

La filosofia di vita di questo brand di lusso per cani è la scelta di materiali di origine non animale unita al design… ma per conoscere meglio la storia e la collezione di SWITCH DOG, vi consiglio di andare sul sito e conoscere nei dettagli l’intera collezione.

www.switchdog.it

Porta sacchetti SWITCH DOG
Pettorina e Guinzaglio SWITCH DOG

NELLE GRIDA DEI TUOI SILENZI by Carrie The Westie

Micaela,una giovane indipendente, autonoma e nel pieno della sua relazione con Alessio.
Week end scanditi da cene di gruppo il sabato (il sushi mette sempre tutti d’accordo) e da domeniche in pigiama tra brunch e serie tv.
Un rapporto parzialmente a distanza che permette ad entrambi di godere dei propri spazi e degli attesi riavvicinamenti.
Fino a che arriva Davide..
Si infiltra nelle cicatrici non sanate, nei pensieri più fragili, restando un’idea, un pensiero una metafora cristallizzata. Ma Micaela, personaggio introspettivo e perfettamente delineato, si interroga, si pone domande e si innamora lentamente, diventando spettatrice e solo a tratti protagonista di un rapporto che passa dalla vivacità all’assenza più totale, al vuoto che dilania. 
Lentamente cresce questa relazione clandestina ma anche eterea ed incontaminata trasformandosi in strumentalizzazione e disfunzionalità. Micaela giorno dopo giorno sarà sempre più vittima, ma di se stessa, perché è riuscita a tessere da sola la propria ragnatela che la immobilizza senza darle alcuna libertà.
È un libro che racconta la fragilità femminile, l’annichilimento causato da relazioni malsane, da risposte taciute, da pensieri ossessivi.
È un racconto che indaga con attenzione l’animo ed i pensieri della protagonista che si trova incastrata in una morbosa trappola emotiva; è una scrittura fresca, diretta, scorrevole.
In alcuni momenti vi sembrerà di pensare a Micaela come un’amica e magari vorreste darle un abbraccio e dirle di stare tranquilla perché alla fine non potrà che andare tutto bene.

Ed ora per voi cari Readers: vi siete mai sentiti incredibilmente coinvolti da qualcuno senza conoscerlo realmente? 

GELATO PER CANI

Il caldo estivo può creare disagio ai nostri cani, è possibile combatterlo preparando un delizioso gelatino rinfrescante per il nostro amico FIDO.

Il sapore dolce della frutta  e la  freschezza dello yogurt, lo renderanno una gustosa merenda dissetante e vitaminica  per stimolare l’appetito dei nostri cani che soffrono tanto il caldo. 

Offrire un piccolo gelatino può essere utile per rinfrescare Fido ed evitare il colpo di calore, infatti nel cane la termoregolazione (è la capacità di regolare la temperatura corporea abbassandola quando è caldo) avviene principalmente nella bocca. Accelerando la respirazione il cane cerca di far entrare aria fresca nei polmoni e disperdere il calore. 

INGREDIENTI per 8/10 gelatini: 

400 GR DI FRUTTA FRESCA MATURA

1 VASETTO DI YOGURT INTERO SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI

1 CAROTA E/O BISCOTTINI PER CANI

BICCHIERINI DA CAFFE

PREPARAZIONE

iniziate tagliando tutta la frutta a pezzetti lasciandone da parte un terzo e il resto frullatelo fino a ridurlo ad una purea che aggiungerete allo yogurt.

Nel frattempo tagliate per il lungo una carota facendo dei bastoncini di circa 10 cm.

Dedichiamoci ai gelati: 

mettete nel fondo del bicchierino due cucchiaini di frutta che avevate lasciato a cubetti (servirà a tenere in piedi il bastoncino che altrimenti vi crollerà  inevitabilmente) e poi riempite il bicchierino con la purea di frutta e yogurt preparata in precedenza. 

Scuotete il bicchierino per togliere eventuali bolle d’aria e  incastrate nel fondo il bastoncino di carota o il biscottino nel fondo con  la frutta a pezzetti.

Mettete nel congelatore per almeno 4 ore.

Con queste dosi verranno circa 10 gelatini oppure se avete un cane taglia mini, potete utilizzare il contenitore per cubetti di ghiaccio.

Se il vostro cane è intollerante ai latticini, al posto dello yogurt potete usare della semplice acqua che utilizzerete per frullare più agevolmente la frutta.

ATTENZIONE:

ricordate di non far mangiare il gelato a morsi, un boccone congelato potrebbe far male allo stomaco.

CONSIGLIO CULINARIO PER UMANI
utilizzate uno stecco per gelati o un goloso biscottino per la prima colazione da mettere nella coppetta prima di congelare ed avrete un delizioso e sano gelatino fatto in casa, naturale al 100%, senza additivi e coloranti, con pochissime calorie, da dare ai vostri bambini o da gustare in un momento di relax. 

RICETTA DI @CHEFFADOG

LA GEMELLA BUGIARDA by Carrie The Westie

Terminato questo thriller meraviglioso al cardiopalma mi è venuta in mente una nota citazione che dice: “Attento a ciò che desideri, perché potresti ottenerlo”.
Quanto siamo disposti ad inabissarci dentro l’ignoto pur di realizzare qualcosa che desideriamo con tutte le nostre forze?
Questa è la storia di Ellie e di Tia, Due gemelle. È un rapporto particolare, affatto lineare, pieno di ombre. Una relazione prevalentemente epistolare perché Tia vive in un istituto da anni e riceve le missive dalla sua gemella Ellie che le racconta dettagliatamente la sua vita,che lei puntualmente promette di distruggere..
Se c’è una cosa che può ferire è avere una sorella che percepiamo come distante, assente, pur corrispondendoci sotto molti aspetti tra cui quello fisico.
Uguali ma incredibilmente dissimili ma fino a che punto? Fino a distruggerci? 
E se il precario equilibrio raggiunto sembrava aver trovato la sua tollerabile oscillazione, lo snodo del thriller diventa l’intromissione del marito di Ellie, Will.
Tutto precipita nel momento in cui i tre si trovano a vivere sotto lo stesso tetto. Desideri, bugie, tormenti ricordi ed errori esploderanno potenti e distruttivi stravolgendo la vita di tutti loro.
Ed i colpi di scena non abbandoneranno il lettore fino all’ultima pagina.
Consigliatissimo.

Voi che rapporto avete con i vostri…?

L’AMICA GENIALE by Carrie The Westie

Elena e Lila : Le migliori amiche. 💔Le peggiori nemiche. 
Ma è possibile? Mi sono chiesta pagina dopo pagina. Si, lo è. Lo è quando la persona che abbiamo davanti rispecchia le proprie antitesi, esalta le differenze, ci ammalia e seduce con l’arte, in questo caso, affatto raffinata di farci vedere oltre noi stesse. È la migliore amica se ci corrisponde ed è la peggiore quando non lo fa.
E come un buon matrimonio che si rispetti un’amicizia cosi profonda ci fa arrabbiare, ci fa allontanare, ci fa rimarginare ferite che dimentichiamo di avere. È come quando ci guardiamo allo specchio ed è tutto com’è ma è anche tutto al contrario, all’opposto.Questi libri mi hanno appassionata, ho divorato la saga e mi sono detta che tutti noi abbiamo un’amica geniale. .A volte è lei, a volte siamo noi..
Elena e Lila lo sono entrambe agli occhi l’una dell’altra ed è questa la cosa nella quale mi sono ritrovata di più. Che meraviglia amare ed odiare con così tanta potenza una persona da ritenerla incredibilmente geniale, nonostante tutto e nonostante lei.
E voi cari Readers avete un’amica geniale nella vostra vita?
Se vi va taggatela, vi leggo con piacere nei commenti

KM 123 by Carrie The Westie

Eccoci amici westyferi con un meraviglio giallo delMaestro Andrea Camilleri. 
Non siamo a Vigata questa volta ma a Roma, esattamente al chilometro 123 dell’Aurelia quando in una notte tempestosa un auto esce di strada.
Un incidente? Così pare. 
È un giallo magnetico ed avvincente, impossibile staccarsi dalle pagine. Magistralmente l’autore riesce a scavare nei meandri dell’animo umano per indagare nel buio e nell’abisso che questi nasconde. 
L’infedeltà, l’amicizia che (forse) è solo apparente, i rapporti interpersonali falsi ed opportunisti: il testo offre notevoli spunti di riflessione in un finale affatto scontato.
Un libro che scorre veloce e brillante, un giallo che vi conquisterà. Poche descrizioni, piuttosto è una narrativa volutamente essenziale che si dipana tra racconti, sms, conversazioni ed articoli di giornale. 
L’ho letto tutto d’un fiato, senza pensare a Montalbano e a Vigata lasciandomi come sempre sorprendere dalla genialità del Maestro che come sempre riesce a stupire. 

BAU PASTICCINI di Cheffa Dog

Morbidi e gustosi questi BAU-PASTICCINI hanno tutto il sapore della frutta estiva e il loro succulento ripieno di ricotta fresca li rende nutrienti e sostanziosi. 

Questa ricetta molto semplice da realizzare è adatta sia ai cuccioli che ai cani anziani.

Se realizzati nelle formine a osso o a zampetta questi dolcetti avranno un aspetto delizioso e possono essere regalati o presentati ad un compleanno canino … stupiranno tutti !!!

INGREDIENTI 

  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di farina integrale
  • 2 cucchiai di farina 00
  • 1 cucchiaino di miele
  • 100 gr di polpa di  albicocche (o frutta a tua scelta)
  • 1 cucchiaio di latte di kefir o yogurt bianco
  • 1 cucchiaio di olio di girasole
  • scorza di limone bio
  • 2 cucchiai di acqua gassata  o 1 pizzico di lievito per dolci 

RIPIENO

1 piccola vaschetta di ricotta

ATTREZZATURA

 frusta per dolci

stampini in silicone o piccoli pirottini da forno

PREPARAZIONE

lavate e frullate le albicocche con tutta la buccia fino a fare una morbida purea.

In una ciotola rompete l’uovo e mescolate  con la frusta, aggiungete lentamente tutti gli ingredienti uno alla volta finchè non sono ben incorporati, senza fare grumi. 

Alla fine unite la scorza di limone grattugiata e  l’acqua gassata (o il lievito). 

Con il cucchiaio riempite gli stampini con il composto preparato e mettete nel forno  già caldo a 180° per circa 10 minuti  o finchè pungendo con uno stecchino non uscirà bello asciutto.

Togliete dallo stampo e lasciate freddare bene. Delicatamente tagliate a metà i pasticcini e mettete un ciuffetto di ricotta al centro prima di ricomporre il dolcetto. Si conservano in frigorifero per qualche giorno.

Con  queste dosi usciranno circa 15-18 piccoli dolcetti per deliziare i vostri cani.

SUGGERIMENTO PER UMANI

Se raddoppiate le dosi potete utilizzare questo morbido muffin anche per una sana merenda dei vostri bimbi, aggiungete  50 gr di zucchero di canna all’impasto per renderlo più dolce, oppure farcite a piacere con marmellata di pesche o albicocche per accentuare il sapore della frutta. 

RICETTA DI @CHEFFADOG

LA STORIA DEL GIALLO by Carrie The Westie

Una vera e propria perla per gli appassionati della suspense come me, e non solo.
Il libro, bellissimo ed illustrato meravigliosamente ci immerge nella storia della letteratura gialla partendo dalla domanda ‘chi è stato il primo’? indagando quindi sulla nascita dei detective nella storia del poliziesco. 
Una seconda parte è dedicata al glossario, utile per capire come distinguere termini specifici come spy-story noir e pulp ed un’altra dedicata alle regole del giallo. .La sezione che ho adorato è quella specifica sui 50 detective che abbraccia e racconta vari personaggi della letteratura dall’800 ad oggi. Si spazia da Dylan Dog a Hercule Poirot, Sherlock Holmes, Rocco Schiavone, Perry Mason e Nero Wolf. Non poteva mancare Salvo Montalbano.
Tutti coloro insomma che mettono in moto le proprie celluline grigie per risolvere misteri apparentemente irrisolvibili. .Una vera chicca sia per gli appassionati/ossessionati per le detective story come me sia per chi vuole avvicinarsi al genere ed orientarsi meglio nel mondo del mistero.

DOG HEROES: PAPPA GRAIN FREE A DOMICILIO

Ideata da veterinari nutrizionisti con manzo, patate e piselli per venire incontro a un’esigenza troppo spesso ignorata e sottovalutata.

Milano, maggio 2020 – I veterinari avvisano: l’allergia ai cereali non colpisce solo gli umani, ma anche i cani. Ed è uno tra i disturbi più sottovalutati dai padroni che, spesso, fanno fatica a riconoscerne i sintomi, trascurando – di conseguenza – di adattare l’alimentazione del proprio animale al trattamento di questo disturbo alimentare.

Le cause del disturbo sono infatti da ricercare soprattutto nell’alimentazione del nostro amico a quattro zampe: “Queste allergie sono frequenti, anche per via delle alte percentuali di cereali presenti nel cibo industrialeMa non solo: spesso i padroni scelgono diete fai-da-te, e, anche quando si lasciano consigliare da un veterinario, tendono a modificare le diete prescritte introducendo alimenti che, ovviamente, creano problemi all’animale intollerante” – rivelano i veterinari esperti in nutrizione consulenti per la startup Dog Heroes – “Il disturbo può essere tenuto sotto controllo, ma il problema è la diagnosi: spesso i padroni non riescono a riconoscere i sintomi dell’allergia. Alla comparsa dei primi segnali dovuti al disturbo come prurito, lacrimazione o disturbi intestinali, spesso ci si concentra sulla fonte proteica di origine animale, come per esempio il pollo, il maiale, l’agnello o il salmone sostituendolo nelle ricette ma i problemi del cane non si risolvono, questo perché l’allergia è data dai cereali come grano, riso o mais.”

La soluzione? Una dieta grain-free, meglio se casalinga – spiegano ancora gli esperti – a condizione, però, che sia approvata da uno specialista, non improvvisata. Le pappe casalinghe, infatti, sono già un ottimo modo per migliorare la condizione dei cani nei confronti di allergie o intolleranze, perché gli ingredienti sono pochi e visibili e contengono proteine “human grade”, uguali a quelle destinate agli umani. 

I disturbi alimentari dei cani sono, d’altro canto, un’esigenza emergente di cani e padroni, a cui si sta adeguando l’industria del pet food e le sue startup. Dog Heroes, ad esempio, è un servizio di cibo fresco per cani basato su piani alimentari personalizzati ideati da veterinari nutrizionisti, nato con la missione di aiutare i padroni a dare un’alimentazione più sana al proprio cane. La startup ha da poco introdotto la pappa “Beef Bowl”, la sua prima ricetta completamente grain-free dedicata ai cani allergici ai cereali. Studiata dai veterinari nutrizionisti per apportare la giusta dose di nutrienti attraverso una fonte proteica di elevata qualità come la carne di bovino, la “Beef Bowl” è ricca di vitamine e sali minerali utili per il corretto funzionamento dell’organismo dei cani che soffrono di intolleranza ai cereali, ed è altamente digeribile grazie all’utilizzo della patata, adatta per soggetti con intolleranze verso i classici cereali.

“Nei primi mesi di attività tanti hanno apprezzato il nostro servizio di consegna a casa di pappa fresca personalizzato, ma ci siamo resi conto che soprattutto i padroni di razze come i barboncini, barboncini toy e nano, i maltesi, gli akita inu e i bulldog francesi ci chiedevano spesso ricettegrain-free. Si tratta delle razze geneticamente più predisposte a questo genere di allergia. – raccontano Pierluigi Consolandi, Marco Laganà e Gregoire Desforges, fondatori di Dog Heroes – La dieta casalinga è per questi casi un’alternativa importante, visto che quasi tutti gli alimenti secchi, come i croccantini, contengono cereali e spesso molti cani sono allergici senza nemmeno che il proprietario lo sappia.”

La nuova Beef Bowl, così come le altre tre ricette (Turkey Bowl, Pork Bowl e Fish Bowl) di Dog Heroes, è realizzata con ingredienti di qualità e senza additivi chimici né conservanti, per dare al proprio cane un’alimentazione che sia il risultato di processi di selezione delle materie prime e processi produttivi identici a quelli della produzione alimentare per l’uomo. Ogni ricetta è stata studiata da veterinari esperti in nutrizione clinica per essere completa e bilanciata secondo le linee guida FEDIAF (Federazione Europea dell’Industria degli Alimenti per animali da compagnia) e ha come principale apporto proteico la presenza di tanta carne (oltre il 50%).

Ordinare è semplice: basta andare sul sito www.dogheroes.it ed inserire i dati del proprio cane come razza, età, peso, abitudini e stile di vita. In questo modo i veterinari Dog Heroes elaborano un piano alimentare personalizzato sulle informazioni raccolte, che verrà consegnato a domicilio ogni due settimane, con porzioni giornaliere pronte per essere servite. 

Dog Heroes sta inoltre cercando di applicare il concetto della circular economy alla produzione delle pappe rendendole a basso impatto grazie all’ottimizzazione del surplus delle lavorazioni degli alimenti per uso umano, riducendo, così, le eccedenze alimentari, e il recupero di una parte degli imballi dopo le consegne, per dare una seconda vita ai materiali.