TUTTO CIÓ CHE VI DEVO by Carrie The Westie

Da sempre ci sono stati scrittori che sceglievano di non avere amici o di avere pochissimi confidenti. Ce ne sono stati altri che hanno dato all’amicizia una rilevanza unica come appunto Virginia Woolf. 
Amava le sue amiche, con le quali aveva una fitta corrispondenza e delle quali pensava che ‘solo le donne stimolassero la sua immaginazione’.
Vi riportiamo una parte di una missiva che ci ha molto colpito.
Mi sono svegliata nel cuore della notte dicendo: “Ma se sono la più passionale delle donne. Toglietemi gli affetti e sarò un’alga fuori dal mare. Sarei spazzata via,finirei in una pozzanghera e annegherei. Toglietemi l’amore per gli amici e il sentimento bruciante e continuo dell’importanza, dell’insondabilità e del fascino della vita umana e non sarei altro che una fibra, senza colore e senza vita”.
Tutto ciò che vi devo – lettere alle amiche – è dedicato a voi.
Noi donne possiamo essere delle compagne ineguagliabili, delle confidenti preziose e delle amiche inseparabili.
Dai social alla vita reale, è successo anche a voi amici lettori ?

NELLE GRIDA DEI TUOI SILENZI by Carrie The Westie

Micaela,una giovane indipendente, autonoma e nel pieno della sua relazione con Alessio.
Week end scanditi da cene di gruppo il sabato (il sushi mette sempre tutti d’accordo) e da domeniche in pigiama tra brunch e serie tv.
Un rapporto parzialmente a distanza che permette ad entrambi di godere dei propri spazi e degli attesi riavvicinamenti.
Fino a che arriva Davide..
Si infiltra nelle cicatrici non sanate, nei pensieri più fragili, restando un’idea, un pensiero una metafora cristallizzata. Ma Micaela, personaggio introspettivo e perfettamente delineato, si interroga, si pone domande e si innamora lentamente, diventando spettatrice e solo a tratti protagonista di un rapporto che passa dalla vivacità all’assenza più totale, al vuoto che dilania. 
Lentamente cresce questa relazione clandestina ma anche eterea ed incontaminata trasformandosi in strumentalizzazione e disfunzionalità. Micaela giorno dopo giorno sarà sempre più vittima, ma di se stessa, perché è riuscita a tessere da sola la propria ragnatela che la immobilizza senza darle alcuna libertà.
È un libro che racconta la fragilità femminile, l’annichilimento causato da relazioni malsane, da risposte taciute, da pensieri ossessivi.
È un racconto che indaga con attenzione l’animo ed i pensieri della protagonista che si trova incastrata in una morbosa trappola emotiva; è una scrittura fresca, diretta, scorrevole.
In alcuni momenti vi sembrerà di pensare a Micaela come un’amica e magari vorreste darle un abbraccio e dirle di stare tranquilla perché alla fine non potrà che andare tutto bene.

Ed ora per voi cari Readers: vi siete mai sentiti incredibilmente coinvolti da qualcuno senza conoscerlo realmente? 

LA GEMELLA BUGIARDA by Carrie The Westie

Terminato questo thriller meraviglioso al cardiopalma mi è venuta in mente una nota citazione che dice: “Attento a ciò che desideri, perché potresti ottenerlo”.
Quanto siamo disposti ad inabissarci dentro l’ignoto pur di realizzare qualcosa che desideriamo con tutte le nostre forze?
Questa è la storia di Ellie e di Tia, Due gemelle. È un rapporto particolare, affatto lineare, pieno di ombre. Una relazione prevalentemente epistolare perché Tia vive in un istituto da anni e riceve le missive dalla sua gemella Ellie che le racconta dettagliatamente la sua vita,che lei puntualmente promette di distruggere..
Se c’è una cosa che può ferire è avere una sorella che percepiamo come distante, assente, pur corrispondendoci sotto molti aspetti tra cui quello fisico.
Uguali ma incredibilmente dissimili ma fino a che punto? Fino a distruggerci? 
E se il precario equilibrio raggiunto sembrava aver trovato la sua tollerabile oscillazione, lo snodo del thriller diventa l’intromissione del marito di Ellie, Will.
Tutto precipita nel momento in cui i tre si trovano a vivere sotto lo stesso tetto. Desideri, bugie, tormenti ricordi ed errori esploderanno potenti e distruttivi stravolgendo la vita di tutti loro.
Ed i colpi di scena non abbandoneranno il lettore fino all’ultima pagina.
Consigliatissimo.

Voi che rapporto avete con i vostri…?

L’AMICA GENIALE by Carrie The Westie

Elena e Lila : Le migliori amiche. 💔Le peggiori nemiche. 
Ma è possibile? Mi sono chiesta pagina dopo pagina. Si, lo è. Lo è quando la persona che abbiamo davanti rispecchia le proprie antitesi, esalta le differenze, ci ammalia e seduce con l’arte, in questo caso, affatto raffinata di farci vedere oltre noi stesse. È la migliore amica se ci corrisponde ed è la peggiore quando non lo fa.
E come un buon matrimonio che si rispetti un’amicizia cosi profonda ci fa arrabbiare, ci fa allontanare, ci fa rimarginare ferite che dimentichiamo di avere. È come quando ci guardiamo allo specchio ed è tutto com’è ma è anche tutto al contrario, all’opposto.Questi libri mi hanno appassionata, ho divorato la saga e mi sono detta che tutti noi abbiamo un’amica geniale. .A volte è lei, a volte siamo noi..
Elena e Lila lo sono entrambe agli occhi l’una dell’altra ed è questa la cosa nella quale mi sono ritrovata di più. Che meraviglia amare ed odiare con così tanta potenza una persona da ritenerla incredibilmente geniale, nonostante tutto e nonostante lei.
E voi cari Readers avete un’amica geniale nella vostra vita?
Se vi va taggatela, vi leggo con piacere nei commenti

KM 123 by Carrie The Westie

Eccoci amici westyferi con un meraviglio giallo delMaestro Andrea Camilleri. 
Non siamo a Vigata questa volta ma a Roma, esattamente al chilometro 123 dell’Aurelia quando in una notte tempestosa un auto esce di strada.
Un incidente? Così pare. 
È un giallo magnetico ed avvincente, impossibile staccarsi dalle pagine. Magistralmente l’autore riesce a scavare nei meandri dell’animo umano per indagare nel buio e nell’abisso che questi nasconde. 
L’infedeltà, l’amicizia che (forse) è solo apparente, i rapporti interpersonali falsi ed opportunisti: il testo offre notevoli spunti di riflessione in un finale affatto scontato.
Un libro che scorre veloce e brillante, un giallo che vi conquisterà. Poche descrizioni, piuttosto è una narrativa volutamente essenziale che si dipana tra racconti, sms, conversazioni ed articoli di giornale. 
L’ho letto tutto d’un fiato, senza pensare a Montalbano e a Vigata lasciandomi come sempre sorprendere dalla genialità del Maestro che come sempre riesce a stupire. 

LA STORIA DEL GIALLO by Carrie The Westie

Una vera e propria perla per gli appassionati della suspense come me, e non solo.
Il libro, bellissimo ed illustrato meravigliosamente ci immerge nella storia della letteratura gialla partendo dalla domanda ‘chi è stato il primo’? indagando quindi sulla nascita dei detective nella storia del poliziesco. 
Una seconda parte è dedicata al glossario, utile per capire come distinguere termini specifici come spy-story noir e pulp ed un’altra dedicata alle regole del giallo. .La sezione che ho adorato è quella specifica sui 50 detective che abbraccia e racconta vari personaggi della letteratura dall’800 ad oggi. Si spazia da Dylan Dog a Hercule Poirot, Sherlock Holmes, Rocco Schiavone, Perry Mason e Nero Wolf. Non poteva mancare Salvo Montalbano.
Tutti coloro insomma che mettono in moto le proprie celluline grigie per risolvere misteri apparentemente irrisolvibili. .Una vera chicca sia per gli appassionati/ossessionati per le detective story come me sia per chi vuole avvicinarsi al genere ed orientarsi meglio nel mondo del mistero.

LA GIUSTA DISTANZA by Carrie The Westie

“La felicità, quella dell’inizio, ti rende compiaciuto, ma ti toglie la fantasia. L’intimità ed il perdono ti donano il tempo di scoprire tutto quello che ti saresti perso”.
Un libro che ci parla di scelte e di relazioni, di come si cambia all’interno di una coppia ed all’interno di se stessi. Si sbaglia, si commettono errori incommensurabili e forse sono proprio quelli che, straordinariamente, fungono da collante per i legami.
Gli errori.
Ecco è un libro che parla dì errori.
È un romanzo coinvolgente che emoziona dall’inizio alla fine. Ci  racconta di Aurora e Luca, una relazione che viene sviscerata in tutte le sue antinomie, scardinata nel più piccolo dettaglio, che crolla, rinasce, appassiona, cura. Qual è la giusta distanza matematicamente perfettanon è dato saperlo ma che sia indispensabile trovare quella corretta per noi in ogni relazione è imprescindibile.
Questa è una storia che racconta di tante storie e di ogni sfumatura che compie l’essere umano per allontanarsi e per avvicinarsi, e di chi pur tentando di allontanarsi si avvicina.
Ma soprattutto questa è la storia di chi, nonostante tutto, resta..

Processed with VSCO with m5 preset

POIROT SUL NILO by Carrie The Westie

“Poirot sul Nilo”, insieme a ‘Non c’è più scampo” e “La domatrice” è uno dei tre titoli appartenenti alla trilogia esotica della regina del giallo.
Linnet e Jacqueline sono grande amiche, le migliori amiche. Si conoscono da anni ed hanno imparato ad accettare le particolarità l’una dell’altra. C’è uno sbilanciamento però: la prima è ricchissima e la seconda tutto l’opposto. Quando Jacqueline si fidanza con Simon mette da parte tutto il suo orgoglio e decide di chiedere aiuto proprio alla sua amica per assumerlo come amministratore. La sua amica fa molto di più: se ne innamora e lo sposa. Partono per la luna di miele, uno splendido viaggio su un battello per visitare l’Egitto però la coppia di neo sposi si trova ad affrontare una difficoltà. Jacqueline li segue. In ogni escursione, ogni tappa lei è proprio lì, davanti a loro per ricordare ad entrambi il tradimento subito..
Sullo stesso battello c’è il nostro Hercule Poirot in vacanza, il quale da subito viene contattato dalla coppia che dichiara di sentirsi in serio pericolo. Non c’è vendetta peggiore che quella vedere Jacqueline in ogni momento ed in ogni luogo per ricordare loro ciò che è capitato. E poi Linnet muore. Ma per una serie di eventi sembra proprio che sia impossibile che Jacqueline sia colpevole.
Ritengo che per l’intreccio e la risoluzione questo sia uno dei gialli più riusciti della Christie a mio parere. Ovviamente non c’è la solita villa vittoriana, non abbiamo Londra ed i suoi borghi limitrofi, ma vi assicuro che vi coinvolgerà dall’inizio alla fine. La storia d’amore vi sorprenderà.
Ma è tutto cosi lineare come vi sto raccontando? Ovviamente no, ma non posso rischiare di dire altro. 

UNA STORIA STRAORDINARIA by Carrie The Westie

Questo libro è un dolcissimo viaggio che attraverso i cinque sensi ci parla d’amore. La colonna sonora è avvolgente, sembra di sentire le note che ci accompagnano durante la lettura; così come i riferimenti cinematografici, i più romantici di sempre. .
E poi c’è Roma. Uno sfondo magico che ci parla di luoghi tipici della capitale, si trasforma in una cartolina incastonata nel libro stesso con le sue luci, i suoi vicoli e le sue trattorie. Ci sfiora Aventino, Fontana di Trevi, ci arriva il profumo del giardino degli Aranci, torna alla mente Campo dè Fiori. Roma è silenziosa e nella sua quiete  racconta tante cose ed è la cornice perfetta per il libro, in parte la protagonista.
Ma non è solo una storia d’amore. 
È il racconto di fragilità e di ferite che tentano disperatamente la propria strada per essere sanate. 
Perché Luca e Silvia sono due ragazzi comuni, ai quali ad un certo punto della vita è accaduto qualcosa che li ha cambiati. E le loro cicatrici sembrano riconoscersi tra i viottoli trasteverini e tutto diviene inevitabile.È un romanzo che fa riflettere e sognare  grazie ad una scrittura intima e scorrevole che coinvolge dalla prima pagina e ci dà speranza.

Quando si arriva alla fine non si ha voglia di girare l’ultima pagina perché i Luca e Silvia sono ormai degli amici con i quali si vorrebbe passare una bella serata mangiando pizza e magari guardando Harry ti presento Sally..

HAPPY (HIPPY) FAMILY by Carrie The Westie

Non è solo un libro. È una chiacchierata con una vecchia amica che conosci da tempo, che magari non vedi da un pò e che ti riassume in una serata, con il sottofondo di sex and the city, la sua vita.

Che è una vita nella quale è difficile non ritrovare un dettaglio di se stesse, ed è disarmante.
Quando in un racconto trovi quella frase perfetta che pensi di aver detto o pensato proprio tu, quando l’autrice ti legge dentro e racconta parti di te allora vuol dire che il libro arriva, prepotente, ed incalzante. Perché quella protagonista senza nome sono io, e sei anche tu che stai leggendo, siamo tutte noi che almeno una volta ci siamo confrontate con le fragilità, che diciamocelo, sono dolorose e laceranti ma alla fine ricompongono. I temi trattati sono delicati ma vividi e sono affrontati con una modalità leggera ed intensa nel contempo che leggerli diviene quasi terapeutico, un viaggio introspettivo.

Una donna che si costruisce è bellissimo ma una donna che rinasce è sublime.

È racconto intimo, caldo, come una cioccolata bollente tra le mani ed un bel libro da leggere in un momento di relax, una domenica mattina.
E magari il libro è proprio questo.